9 dicembre 2014

Patente europea per il computer…ovvero European Computer Driving Licence

Uno degli elementi che più risultano importanti al giorno d’oggi nella selezione del personale e nelle richieste di lavoro è la Patente Europea del Computer, chiamata anche con l’acronimo di ECDL (in inglese European Computer Driving Licence).

L’ECDL è un attestato che riconosce le capacità di una persona nel saper utilizzare il personal computer, classificandone le competenze e le conoscenze; questo attestato è utile in tutti i settori lavorativi ma anche in quelli scolastici. A tal proposito ne è un esempio la domanda di inserimento nelle graduatorie di terza fascia nelle scuole per il personale ATA; infatti possedere un attestato ECDL conferisce al candidato punteggio.

Il diploma è chiamato Patente Europea del Computer in quanto deve essere uniforme in tutti i paesi della Comunità Europea, caratteristica che ne conferisce la circolarità del titolo; l’ECDL si rivela soprattutto un attestato imparziale, in quanto è garantito da un sistema che ne attesta la qualità a livello europeo.

L’ECDL è articolato in un’ampia gamma di certificazioni che permettono di attestare la competenza d’uso con varie specializzazioni e su diversi livelli di approfondimento.

Le certificazioni sono:

  • ECDL Full Core: è uno degli standard di riferimento a livello internazionale che certifica la conoscenza dei concetti fondamentali dell’informatica e la capacità di usare il pc ed internet. Esiste anche un Certificato intermedio, detto ECDL Start, rilasciato, solo se esplicitamente richiesto, al superamento di quattro qualsiasi dei sette esami previsti per il Certificato completo.
  • ECDL Advanced: si rivolge all’utente evoluto del personal computer e certifica la conoscenza approfondita di alcune aree dell’ECDL di base, corrispondenti ai quattro moduli di uso prevalente negli uffici (Elaborazione testi, foglio elettronico, Basi di dati e Presentazioni).

N.B. Per accedere agli esami ECDL Advanced non è necessario aver prima superato i sette esami ECDL Full  Core.

Per chi ha conseguito l’ECDL da qualche anno è possibile dimostrare che le proprie competenze sono aggiornate, sostenendo un apposito esame, denominato Update.

E’ inoltre possibile attestare specifiche competenze attraverso le seguenti certificazioni: ECDL CAD per progettisti, modellatori e disegnatori; ECDL Health per gli operatori sanitari; ECDL New Media per competenze nel trattamento e la gestione di contenuti in formato digitale; ECDL GIS per competenze sui principi fondamentali dell’ICT nei sistemi geografici.

A partire dal 2013 è stata introdotta la Nuova ECDL, che nasce dall’esigenza di adeguarsi alla continua evoluzione ed introduzione di nuovi strumenti tecnologici.

La Nuova ECDL aggiorna quindi i moduli esistenti e ne introduce tre del tutto nuovi, denominati Computer Essential, IT security e Online Collaboration.

La nuova patente del computer si compone di due certificazioni principali:

  • ECDL Base, composta da quattro moduli (Computer Essential, Online Essentials, Word Processing, Spreadsheets) dedicati alle competenze considerate necessarie per l’alfabetizzazione digitale, che sono le basi per accedere a competenze più specializzate;
  • L’ECDL Full Standard, composta dai quattro moduli della certificazione ECDL Base, cui si aggiungono 3 moduli: Presentation, Online Collaboration e IT Security.

L’ECDL Base e l’ECDL Full Standard si affiancheranno alle tradizionali “ECDL Start” e “ECDL Full Core” per poi gradatamente sostituirle.

Chi è interessato a conseguire una certificazione ECDL può acquistare, presso uno dei Centri accreditati – Test Center (il cui elenco completo è consultabile all’indirizzo internet: http://www.ecdl.it/la-certificazione/sedi-esame), una tessera individuale riportante i dati anagrafici, denominata Skills card, su cui verranno via via registrati gli esami superati.

Il possessore della Skills Card ha la possibilità di sostenere gli esami, scaglionati nel tempo, presso uno qualsiasi dei centri accreditati in Italia o all’estero.

La tessera ha una validità di tre anni; alla scadenza dovrà essere rinnovata e gli esami sostenuti eventualmente convalidati caso per caso. Superati tutti gli esami previsti si acquisisce il diritto di ottenere gratuitamente il diploma ECDL, che viene rilasciato direttamente dall’AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico, ente responsabile dell’attuazione del programma ECDL in Italia).

Con l’introduzione della Nuova ECDL anche la Skill Card è cambiata; infatti la Skills Card relativa alle certificazioni Nuova ECDL è svincolata dalla singola certificazione, non ha scadenza e può essere utilizzata per sostenere qualsiasi test della famiglia Nuova ECDL. La Skills Card vecchia ECDL permette di convertire alcuni moduli della vecchia ECDL in quelli presenti nella Nuova.

I costi della certificazione sono dati dal costo della Skills Card e dal costo relativo a ciascuno degli esami che il candidato deve sostenere.

Per quanto riguarda gli eventuali costi della formazione, cioè del corso e del materiale didattico utilizzati per la preparazione degli esami, essi sono di esclusiva pertinenza del Test Center. Analogamente a quanto avviene per la patente di guida, il candidato può infatti presentarsi agli esami da “privatista” autodidatta, sfruttando l’esperienza acquisita autonomamente nell’uso del computer ed eventualmente integrandola con la lettura di manuali, oppure seguire dei corsi di formazione.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito: http://www.ecdl.it.

Claudia Bellandi

Scarica l’articolo completo

Questo articolo è stato pubblicato in Giornale dell'Ordine. Indirizzo del permalink.

Lascia un Commento